Il Giubileo del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio

Il Giubileo del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio

Domenica 12 giugno si è svolto il pellegrinaggio alla Porta Santa della Delegazione Toscana dell’ordine

di Tommaso di Niso

Il 12 giugno hanno celebrato a Pistoia il proprio pellegrinaggio alla reliquia di San Giacomo Apostolo i Cavalieri della Delegazione Toscana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Provenienti da diverse regioni cavalieri, dame, postulanti e numerosi invitati si sono ritrovati nel primo pomeriggio presso il Santuario della Madonna delle Grazie o del Letto, dove ha avuto luogo la Solenne Cerimonia di benedizione dei mantelli e delle insegne, con consegna dei diplomi ai nuovi ammessi e ai promossi. I convenuti hanno poi sfilato in processione, prima fino al Battistero, per un momento di preghiera giubilare, poi fino alla Cattedrale di San Zeno passando nella Porta Santa.

Qui le celebrazioni si sono concluse con la Santa Messa ed saluto di S.E. Mons. Fausto Tardelli, Vescovo di Pistoia. Hanno preso parte alla giornata giubilare autorità cittadine, in particolare il Prefetto Vicario, Capo di Gabinetto del Questore, il Sindaco di Pistoia, il rappresentate Sindaco di Montecatini Terme, il Console onorario Senegal e l’Assessore al Turismo.

Con l’evento giubilare, organizzato in collaborazione con la Diocesi e l’Amministrazione Comunale Pistoiese, cui va un sentito ringraziamento, la Sacra Milizia si è posta, ancora una volta, come baluardo della Fede e della speranza nel segno dei valori cristiani, soprattutto in questo delicato periodo di incertezze. Le attività poste in essere dalla Delegazione in tutte le province della Toscana, infatti, quotidianamente contribuiscono a garantire la giusta assistenza alle categorie più fragili a causa della pandemia, assicurando, nel contempo, un minimo reddito ai più bisognosi, a fronte della chiusura di tutte le attività economiche. Anche in questa circostanza, sono stati devoluti donativi alla diocesi pistoiese, alla Cattedrale di San Zeno ed al Santuario della Madonna del Letto per le attività benefiche in favore dei più bisognosi. Si ringraziano i confratelli e un augurio speciale ai nuovi ammessi.