Chiese aperte: nasce Pistoia Sacra

Chiese aperte: nasce Pistoia Sacra

Al via il nuovo sistema di valorizzazione e tutela del patrimonio di arte e fede della diocesi

San Giovanni Fuorcivitas e Sant’Andrea saranno finalmente riaperte a pellegrini e visitatori. Dalla fine della prossima settimana in Ripa del Sale aprirà il punto informativo e bookshop della Diocesi che coordinerà le informazioni ufficiali sull’Anno Santo, le visite e le aperture.

PISTOIA – Chiese aperte per l’Anno Santo Iacobeo. Con il graduale allentamento delle misure restrittive anti-Covid aprono a cittadini, fedeli e turisti le porte della chiese del Centro Storico. Una riapertura accompagnata da alcune importanti novità. Il coordinamento delle aperture sarà a cura di Pistoia Sacra, un progetto a cura della Diocesi di Pistoia che estende la bigliettazione, già attivata per la chiesa di Sant’Andrea, a San Giovanni Fuorcivitas così da garantire accoglienza e sorveglianza continuative e rendere sostenibili le spese di manutenzione. Come per Sant’Andrea i residenti potranno sempre accedere gratuitamente; sarà poi ovviamente garantito l’accesso libero durante le celebrazioni liturgiche.

Nei pressi di piazza del Duomo, in Ripa del Sale nasce invece il punto informativo/bookshop diocesano “Pistoia Sacra” che guiderà fedeli e turisti alla scoperta degli itinerari sacri della città e del territorio. Qui sarà possibile trovare alcuni prodotti editoriali della diocesi, come la Guida del Pellegrino, informazioni sull’anno Santo Iacobeo e altri prodotti legati al culto diocesano.

La chiesa di Sant’Andrea è uno dei luoghi più significativi della città di Pistoia, mèta di migliaia di turisti che ogni giorno visitano i suoi straordinari tesori d’arte sacra, primo fra tutti, il pulpito di Giovanni Pisano, capolavoro dell’arte gotica conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Un tesoro “fragile”, bisognoso di cure e soprattutto di una vigilanza continua.

La chiesa di San Giovanni Fuorcivitas è uno scrigno straordinario di capolavori. La chiesa, dall’accesa bicromia tipica del romanico pistoiese, conserva un pulpito databile al 1270, opera di Fra’ Guglielmo, discepolo di Nicola Pisano e un’acquasantiera in marmo collocata al centro dell’aula, generalmente attribuita a Nicola Pisano. Di assoluto pregio anche il polittico di Taddeo Gaddi, discepolo di Giotto, oggi appeso sulla parete sinistra del presbiterio (1353 circa). Tra i capolavori del Rinascimento si distingue il celebre gruppo della Visitazione di Luca della Robbia (1445) recentemente restaurata e icona dell’anno di Pistoia capitale della Cultura 2017.

Le aperture saranno garantite da collaboratori della diocesi e alcuni volontari coordinati dal neonato sistema “Pistoia Sacra”.

Al momento il sistema prevede la valorizzazione di queste due chiese, alle quali se ne aggiungeranno altre alle porte della stagione estiva. Il sistema, dopo un’apertura straordinaria e gratuita a partire dall’8 maggio fino al 14 maggio, partirà a regime da sabato 15 maggio.

Gli orari di apertura saranno i seguenti:

Chiesa di Sant’Andrea

9:30-12:30/ 15:00-18:00 (giorno di chiusura lunedì)

Chiesa di San Giovanni

9:30-12:30/ 15:00-18:00 (giorno di chiusura martedì)

Punto informazioni/ Bookshop Pistoia Sacra

(a partire dal 15 maggio): 10:00 -16:00 (giorno di chiusura lunedì).

Ricordiamo anche gli orari di apertura della Cattedrale di San Zeno per il passaggio dalla Porta Santa attualmente in vigore: 9:30 – 12:30; 15:30 – 18:00.

La richiesta di contributo è formulata in diverse opzioni: la visita a entrambe le chiese prevede un biglietto unico a 4 euro. Visitarle singolarmente è sempre possibile al costo di 2,5 euro. Sono previsti sconti per i gruppi e le famiglie. I residenti nella comune di Pistoia hanno accesso gratuito.

Per informazioni: pistoiasacra@diocesipistoia.it